it

Negli anni 70, in California, un gruppo di pionieri inizia a organizzare gare di discesa su strade sterrate impiegando biciclette adattate.
La mountain bike vera e propria nasce alla fine degli anni 70 per rispondere alla necessità di avere un mezzo polivalente in grado di affrontare agevolmente qualsiasi terreno, sia in salita che in discesa.
Ecco perché la mountain bike ha nel suo dna la salita come la discesa.

Vediamo 5 trucchi per fare la differenza, là dove molti soffrono.

1. Allena il core
In mountain bike sia le braccia che le gambe giocano un ruolo chiave. Gli arti superiori, per mantenere l’equilibrio e distribuire correttamente il peso, quelli inferiori per spingere sui pedali. Il trucco per ottimizzare il gesto è quindi rinforzare il collegamento tra la parte alta e quella bassa del corpo, cioè addominali, schiena e pettorali, ovvero il core. Per essere buoni ciclisti bisogna essere buoni atleti, allenando e sviluppando il corpo in modo armonico.

2. Sali con decisione
Una salita sterrata alterna tratti più tecnici e altri meno, che ti costringono continuamente a prendere decisioni. Sia nella scelta della linea, sia nello stabilire se affrontare un tratto in sella o scendere e spingere. Più la salita è dura, più è importante essere pragmatici nelle decisioni. Ad esempio, in un tratto ripido, è meglio decidere di smontare dalla bici piuttosto che provare a tutti i costi a rimanere in sella per poi piantarsi. In questo modo si risparmiano tempo, energie fisiche e mentali.

3. Sii reattivo
Pendenza e difficoltà tecnica variano spesso in una salita, cerca di essere pronto ad adattare il tuo stile di pedalata di conseguenza. Nei tratti più semplici rifiata, idratati e non andare fuori giri, nei tratti più tecnici alza lo sguardo, stai attento al baricentro, usa spalle e braccia per distribuire il peso e alleggerisci la ruota posteriore, per superare gli ostacoli.

4. Fai salite
Per volare in salita hai bisogno di capacità tecniche e fisiche eccellenti, e il modo più rapido per allenarle è fare salita. Alterna salite lunghe, corte, tecniche e semplici, l’importante è variare e “mettere in cascina” più dislivello che puoi

5. Goditela
Se sei un atleta ambizioso e vuoi migliorare, ti troverai spesso a non riuscire a rispettare le tue aspettative, andando più piano di quanto speravi o non riuscendo ad affrontare tratti tecnici. È normale, e il trucco è non mollare e mantenere un’attitudine positiva, perché facilita l’apprendimento e alimenta la tua “fame di salite”!

Articoli correlati
Ogni giorno porta con sé nuove sfide e nuove emozioni.
Lasciati ispirare da Dryarn®
per vivere le tue avventure quotidiane.