it en

“L’estate sta finendo e un anno se ne va” intonava la sigla estiva dell’85 lanciata del gruppo italiano Righeira, un must musicale che viene rispolverato di frequente al termine delle tanto sognate vacanze di agosto. In effetti, nel calendario, la fine dell’estate rappresenta un momento di transizione, il passaggio mentale tra l’anno in corso e quello che verrà. Un periodo che diviene occasione di bilanci sulle tendenze e i tormentoni, provenienti soprattutto dal mondo digitale, nati durante i mesi più caldi e destinati a rimanere impressi fino all’avvento dell’estate successiva. Bilanci come quello che segue, dedicato alle App più scaricate, alle feste più cool e alla playlist simbolo dell’estate 2016.

 

Le App più scaricate dell’estate 2016: dalla messaggistica al fenomeno PokémonGO

 

App è il termine con cui si identificano le applicazioni scaricabili sui propri smartphone o tablet, dalle funzionalità più varie, utilizzabili in qualsiasi momento una volta installate. Sono sempre più apprezzate dagli utenti digitali, tanto da essere divenute in poco tempo un business su scala mondiale.

Una statistica americana ha rilevato che, durante i mesi estivi, le App utili alla messaggistica e alla socializzazione sono state al primo posto dei download, con un picco massimo registrato di circa 59 milioni di installazioni. Tra queste, al primo posto si posiziona Messenger (59 milioni di download), seguito dall’irriverente giovane Snapchat (54.5 milioni) e dall’onnipresente Facebook (45.8 milioni).

In vetta alla classifica, accanto ai social, l’App Color Switch conquista il tempo libero degli utenti digitali con circa 75 milioni di registrazioni. Il successo è dovuto all’innata semplicità concettuale che sta alla base del gioco (l’utente deve far superare diversi ostacoli multicolore ad un pallina monocromatica, cercando di far combaciare il suo colore con lo stesso presente sull’oggetto da sorpassare) e all’universalità delle sue regole basate, appunto, sull’elemento multiculturale per eccellenza: il colore.

Sono ancora troppo pochi i dati riferiti all’App fenomeno dell’estate 2016, Pokémon GO, disponibile da luglio e già protagonista sugli schermi di innumerevoli dispositivi. L’applicazione della giapponese Nintendo si basa sulla tecnologia della realtà aumentata, allo scopo di scovare e catturare i Pokémon nascosti idealmente tra le strade e le piazze del mondo reale che circonda il giocatore.

Il successo mediatico raggiunto è stato attribuito, per il momento, alla nostalgia per il cartone animato protagonista del gioco, tra i più seguiti e amati dalla generazione ‘90-2000,  portando, ad un mese dalla data di lancio, un fatturato record di 200 milioni di dollari (il download è gratuito, risultano a pagamento bonus per aumentare di livello e Poké ball, le sfere per catturare i Pokémon, aggiuntive).

Da qualche settimana, la casa madre ha lanciato sul mercato Pokémon GO Plus, un braccialetto che si collega all’App, in grado di avvisare l’utente qualora ci fossero “animaletti nelle vicinanze”, così da rendere ancora più animata e coinvolgente l’esperienza di gioco.

 

Le feste, i concerti e i festival più cool dell’estate 2016: musica ed emozioni da giugno a settembre

 

Per gli amanti delle feste e delle emozioni non filtrate dalla tecnologia, l’estate 2016 ha regalato all’Europa numerosi festival di musica internazionali, in grado di catturare la presenza di centinaia di migliaia di persone provenienti da tutto il continente. Di seguito i più famosi e apprezzati da giugno a settembre.

 

Nome: Download Festival

Luogo: Melbourne, Inghilterra

Date: 10-12 Giugno

Genere: Rock metal

 

Il festival rock metal più conosciuto d’Europa ha luogo ogni anno nel circuito di Donington Park (Melbourne, UK), si svolge in tre giornate e ospita dal 2003 i gruppi che hanno scritto la storia della musica moderna. Il nome Download è stato scelto per due motivi: il primo riguarda l’accezione negativa assunta dalla pratica digitale del file sharing e del download gratuito di brani musicali (che ha contribuito alla crisi delle vendite nel settore musicale), il secondo si collega al pregiudizio che spesso lega il genere rock metal ad una sua visione ribelle, sporca e “illegale”. Megadeth, Iron Maiden e Rammstein sono gli ospiti d’eccezione che hanno valorizzato l’edizione di quest’anno.

 

Nome: Tomorrowland

Luogo: Boom, Belgio

Date: 22-24 Luglio

Genere: Elettronica

 

Il paese della meraviglie prende vita a Boom, in Belgio, durante le due giornate più fantasy dell’anno, quelle dedicate al Tomorrowland Festival, giunto nel luglio 2016 alla sua undicesima edizione.

Fuochi d’artificio, fontane colorate, macchine del fumo, animazione d’eccezione e dj set internazionali di musica elettronica hanno intrattenuto i circa 120.000 presenti per 12 ore al giorno di festa continua. Un evento aperto a tutti, ma dedicato di sicuro ai più temerari e resistenti.

 

Nome: Sziget Festival

Luogo: Hajógyári Island, Ungheria

Date: 10-17 Agosto

Genere: Tutti

 

Nato come rassegna per gruppi locali nel 1993, è oggi uno dei festival che conta più presenze in assoluto al mondo, con oltre 30 palchi messi a disposizione di artisti e dj dal calibro internazionale. La particolarità del luogo, un’isola collocata al centro del Danubio ungherese (sziget in ungherese significa proprio “isola”), e il mix di contaminazioni e sperimentazioni culturali e sonore, hanno reso lo Sziget un evento estivo imperdibile, in grado di attirare un audience proveniente da tutto il mondo.

 

Nome: ? Random una festa a caso

Luogo: 7 città italiane (Sistiana, Senigallia, Firenze, Monza, Rimini, Jesolo, Gallipoli, Reggio Emilia)

Date: 7 date dal 01 Giugno al 10 Settembre

Genere: Tutti (random)

 

Una festa a caso, che al caso non lascia oramai più nulla, vista la crescente programmazione di date e località raggiunte. Nata nel 2014, e diventata in pochissimo tempo la festa più seguita d’Italia, Random attira flotte di giovani estremamente diversi fra loro, forse perché, essendo senza regole, ben si adatta a qualsiasi stile, colore, genere. La data di Jesolo, località balneare veneta conosciuta in tutta Europa per il dinamismo della vita notturna, ha registrato il sold out dei biglietti dopo poche ore dall’apertura delle vendite, registrando una partecipazione di oltre 10 mila persone.

Non ci sono regole, non ci sono selezioni all’ingresso, tutto è lasciato all’irrazionale euforia del caos.

 

La playlist del sole: hit e brani simbolo dell’estate 2016, da Sofia al tormentone italiano Andiamo a comandare

 

Quest’anno, tutti coloro che hanno potuto mettere piede sulle spiagge italiane hanno certamente sentito più volte nominare l’amore  non corrisposto di Sofia, le riflessioni dei rapper Fedez e J-AX sullo stile di vita contemporaneo, e l’inno collettivo al comando in sella ad un trattore, divenuto in pochissimo tempo lo slogan dell’estate 2016. Queste tre hit hanno dominato incontrastate le classifiche italiane, e i loro video hanno raggiunto sul web un numero di visualizzazioni da record, circa 220 milioni in totale.

Allargando il raggio d’azione, le classifiche mondiali sono state invece conquistate dalla lontana costa americana, grazie alle sonorità ondeggiati di Enrique Iglesias e dell’accoppiata vincente Sia-Sean Paul, i cui brani si sono posizionati saldamente al vertice degli ascolti internazionali.

La domanda di rito del bilancio musicale estivo è sempre la stessa: saranno solo tormentoni passeggeri o rimarranno impressi più a lungo? Con il sole ancora alto nel cielo e il profumo della salsedine ancora presente negli ultimi weekend trascorsi al mare, risulta difficile rispondere ora. Quel che è certo, è che la playlist dell’estate 2016 suona più o meno così:

 

Articoli correlati
Ogni giorno porta con sé nuove sfide e nuove emozioni.
Lasciati ispirare da Dryarn®
per vivere le tue avventure quotidiane.