it
it

Ancora una volta Dryarn ha voluto essere al fianco degli sportivi accompagnando come sponsor la prima edizione del CMP Trail, grandissima manisfestazione che ha da subito scritto una pagina importante della storia del Trail, svoltasi tra i sentieri e le colline di Bassano del Grappa. Capace, fin dal suo esordio, di registrare numeri
da record, la CMP Trail ha visto quasi 900 i partecipanti, suddivisi in tre distinti percorsi immersi nel verde, tra i fitti boschi
di Pove, Solagna, Bassano del Grappa e Marostica, con passaggi fra i vigneti e gli ulivi tipici della zona.
Terreni accidentati, ripidi saliscendi e scalinate impervie, a pochi passi dal fiume che ha fatto da cornice
all’evento assieme a Villa Angarano Bianchi Michiel, patrimonio dell’Unesco, punto di partenza e di
arrivo della gara, accogliendo non soltanto gli atleti ma anche i tanti accompagnatori e appassionati
giunti in città per l’evento.
Tre gare parallele, per un totale di quasi 900 iscritti, in arrivo da 6 diverse nazioni.
A tagliare per primo il traguardo Matteo Pigoni, del Team Tecnica, che ha completato i 41km della gara
con un tempo di 3h 32’ 42’’. Risultato, questo, arrivato quasi inaspettato, vista la dichiarata difficoltà
dello stesso Pigoni ad allenarsi a dovere per impegni di lavoro.
Silvia Serafini, invece, decima assoluta, ha dominato la corsa al femminile con un tempo di 4h 10’ 49’’,
staccando di 25 minuti le prima delle sue avversarie. A gara appena terminata, Silvia ha usato parole
di elogio per l’organizzazione ammettendo, come già fatto da Matteo Pigoni, che il percorso, veloce e
pianeggiante nella prima parte ed estremamente ostico nella seconda, l’ha colta di sorpresa negli ultimi
chilometri.
Grande successo anche per il percorso di 16km, che ha visto ben 462 runners al nastro di partenza. Tra
loro anche un mito del mondo running, Marco Olmo. Vincitore a 58 anni de L’Ultra Trail del Monte Bianco
nel 2007 e di altre numerose competizioni, Marco Olmo ha spento 68 candeline il sabato pre gara e
presente ieri all’evento bassanese, rinunciando ai festeggiamenti per il compleanno della moglie.
Ultimi a partire, alle 9,30 i ragazzi degli istituti cittadini che si sono contesi le borse di studio messe in
palio per la YOUTH TRAIL, il percorso di circa 7 chilometri con un dislivello di 200m alla quale hanno
partecipato ragazzi tra i 12 e i 19 anni, ma anche qualche giovanissima promessa del 2005. Ben 92 i
ragazzi premiati dall’organizzazione con borse di studio messe in palio dagli sponsor.
Una giornata memorabile, insomma, quella che, come più volte ribadito ieri dallo speaker ufficiale della
manifestazione, ha visto “l’alba di un nuovo trail”: non solo una gara, ma un vero e proprio evento che ha
saputo raccogliere ed emozionare un numero incredibile di persone. Basta una parola, per riassumere
e spiegare, la prima edizione del CMP Trail. La rubiamo ad uno dei quasi 900 runners partiti ieri da
Villa Angarano che ha spiegato le sue senzazioni con l’espressione “libertà “. Noi vogliamo aggiungere
“avventura, divertimento, passione, emozioni e determinazione”.
Questo, per noi, è il CMP Trail, già pronto a tornare il prossimo anno.
Segnatevi questa data: l’8 ottobre 2017 sarà ancora CMP Trail!

Articoli correlati
Ogni giorno porta con sé nuove sfide e nuove emozioni.
Lasciati ispirare da Dryarn®
per vivere le tue avventure quotidiane.