it en

Il 13 Novembre si concluderà il Motomondiale 2016 con tante conferme e qualche sorpresa. Ricco di effetti speciali, ci ha emozionato per gran parte di quest’anno. Restano tre importanti tappe da affrontare prima della chiusura decisiva:

23 ottobre 2016: GP d’Australia nel circuito di Phillip Island
30 ottobre 2016: GP della Malesia a Sepang
13 novembre 2016: GP della Comunità Valenciana al Ricardo Tormo di Valencia

Scopriamo la struttura dei circuiti che ospiteranno il rush finale del MotoGP 2016 per prepararci alle contesissime gare.

 

PHILLIP ISLAND, 23 OTTOBRE

 

Phillip Island è forse il circuito più spettacolare dell’intero Motomondiale: una pista lunga 4.448 m, costruita su un terreno scomposto e sul ciglio di una scogliera, ricco di curve veloci dall’ampio raggio. Due tornanti ne spezzano il flusso, regalando un’atmosfera da brivido. L’unico rettilineo, piuttosto corto, è quello dei box, in discesa.

VITTORIE –  Fino al 2015 Honda si è confermata con il maggior numero di vittorie, dieci, contro le cinque di Yamaha e le quattro di Honda. Valentino Rossi è il pilota con più successi, sei, divisi equamente tra Honda e Yamaha.

STORIA – Il circuito di Phillip Island venne costruito nel 1956 e si trova sull’isola omonima che sorge sullo stretto di Bass, non molti chilometri a ovest dal porto di Phillip Bay sul quale sorge la città di Melbourne.

È dal 1989 che Phillip Island ospita le gare del motomondiale, fatta eccezione per la sospensione intercorsa tra il 1990 al 1996 che trasferì il Gran Premio motociclistico d’Australia sul circuito di Eastern Creek.

CURIOSITA’

  • Il record sul giro del tracciato è ancora, dal 1998, nelle mani di Nicky Heiden che si impose con il tempo di 1:30:059. Da allora nessun pilota è riuscito ad abbassare questo tempo;
  • Nel circuito di Phillip Island si corre anche la gara del campionato mondiale di Superbike e di alcuni campionati automobilistici australiani come il V8 Supercars e i campionati di Formula 3, Formula Holden e Formula Ford.

 

SEPANG, 30 OTTOBRE

 

Dall’Australia alla Malesia per la competizione sul circuito di Sepang, tristemente famoso per il tragico incidente costato la vita a Marco Simoncelli nel 2011. Questa pista sorge a 50 km dalla capitale Kuala Lumpur ed è la più larga di tutto il Motomondiale con 25 m, rispetto alla media di 15 m. Il circuito conta un totale di 15 curve, di cui 4 sono molto lente, ma le altre molto veloci e i due rettilinei di circa 900 m ciascuno, favoriscono sorpassi ad alta velocità. Temperature elevate e  alti livelli di umidità sono due condizioni determinanti del Paese, con cui i piloti devono confrontarsi ad ogni giro.

VITTORIE – Honda si riconferma con sei vittorie che ne decretano il primato, seguita dalla Yamaha con cinque, Ducati con tre e Suzuki con due. Con la vittoria di Pedrosa lo scorso anno, Honda ha presentato il quarto podio consecutivo.

STORIA –  Costruito con tecnologie moderne nel 1999 è stato considerato negli anni a seguire un modello di riferimento per i nuovi circuiti grazie alla creazione di tribune ampie e funzionali, e ad aree di servizio (box, sale stampa) di prima qualità.

CURIOSITA’

  • Il circuito deriva dal progetto del designer tedesco Hermann Tilke, autore di altrettanti circuiti sportivi a Shanghai, Bahrain, Turchia, Valencia, Singapore, Corea e India;
  • Può ospitare fino a 130.000 spettatori con la presenza di 18 suite dotate di aria condizionata.

 

VALENCIA, 13 NOVEMBRE

 

Tradizionalmente il Gran Premio de la Comunitat Valenciana chiude la stagione.

Il circuito di Valencia ha una lunghezza totale di 4005 metri, il rettilineo principale è lungo 876 metri, possiede 14 curve di cui 9 verso sinistra e 5 verso destra. Ha una capacità di 120.000 spettatori con 65.000 posti a sedere. Il circuito porta il nome del campione di motociclismo valenciano Ricardo Tormo.

VITTORIE – Honda detiene la pole position anche in questa pista, vantando dal 2002 ad oggi fino a nove successi,  a seguire da Yamaha con quattro importanti trionfi. Tra i piloti ancora in attività, i due spagnoli Pedrosa e Lorenzo hanno vinto di più: tre successi a testa. Rossi, che lo scorso anno ha fatto l’impresa di partire ultimo e arrivare quarto, ha raccolto solo due successi, e Marquez uno.

STORIA – Il Circuito Ricardo Tormo è uno dei più giovani autodromi di Spagna. Situato a Cheste, a  20 kilometri da Valencia, è considerato tra i migliori mai realizzati dal punto di vista delle installazioni, seguendo sistemi di funzionalità e modernità, e del tracciato, ottimale dal punto di vista strutturale e di conformazione.

CURIOSITA’

  • Nel circuito si corrono grandi quantità di gare a livello statale, regionale e per affezionati. Inoltre sono stati organizzati, tra cui quello di “Madonna” nel 2008 e dei “Héroes del Silencio” nel 2007.

 

 

Articoli correlati
Ogni giorno porta con sé nuove sfide e nuove emozioni.
Lasciati ispirare da Dryarn®
per vivere le tue avventure quotidiane.