it en

La grande cucina stellata unita alle location più cool di montagna… le stelle sono assicurate! Presentiamo da vicino le mete montane più ambite dalla haute cuisine italiana.

IL GALLO CEDRONE – MADONNA DI CAMPIGLIO (TN): il ristorante è ospitato dall’’Hotel Bertelli, con 10 anni di storia alle spalle e un recentissimo cambio di gestione avvenuto l’anno scorso. Lo storico chef Vinicio Tenni ha passato il testimone a Sabino Fortunato, sous chef, senza perdere la preziosa Stella Michelin. Il Gallo Cedrone vanta un prezioso posto nell’universo del vino: è uno dei pochi ristoranti in Italia ad essere dépositaire del Dom Pérignon.

LOCANDA MARGON – RAVINA (TN): nella deliziosa locanda a gestione famigliare gusterete la cucina a doppia stella Michelin di chef Alfio Ghezzi. Il suo è uno stile di “rigore formale, precisione e creatività”: da provare la “Suggestione Bollicine”, dove sette portate vengono abbinate a cinque etichette Ferrari, le bollicine TrentoDoc della famiglia Lunelli. Si tratta di un vero e proprio viaggio nei sapori e nella storia del Trentino, da cui tornerete deliziati.

AGA – SAN VITO DI CADORE (BL): una coppia nella vita e nel lavoro quella di Oliver Piras e Alessandra Del Favero, e una filosofia comune: quella di occuparsi di pochi tavoli e di rendere l’esperienza gastronomica assolutamente unica. I soli 16 coperti permettono agli chef Piras e Del Favero di entrare in sala e instaurare, piatto dopo piatto, un rapporto umano con i clienti. Nel 2015 la Guida Michelin li premia anche con una stella, che li aiuta a far conoscere in tutta Italia la loro filosofia e il piccolo ristorantino ospitato dall’hotel di famiglia di Alessandra, Hotel Villa Trieste.

HUBERTUS – SAN CASSIANO (BZ): impossibile non menzionarlo quando si parla di montagna. Due stelle Michelin al St. Hubertus, ristorante dell’hotel Rosa Alpina, Norbert Niederkofler organizza eventi nelle sue Dolomiti e promuove la collaborazione tra chef e produttori per valorizzare la cucina altoatesina. Ne “Una cucina stellata per un estasi di sapori” vi racconta la sua filosofia e i suoi nuovi progetti.

LAITE – SAPPADA (BL): Fabrizia si è trasferita a Sappada per amore di Roberto e, insieme, hanno aperto il loro primo ristorante – Un prato al sole – in sappadino “Laite”. Ristorante di sole due stanze, in una storica baita di montagna del 1800, interamente ristrutturata. Lei in cucina, lui in cantina, insieme hanno conquistato una stella Michelin. Una bellissima storia d’amore, un po’ come quella che nascerà tra voi e i Manicaretti di mela formaggio salato e semi di cipolla o il cervo aromatico all’olio di germogli di abete.

Articoli correlati
Ogni giorno porta con sé nuove sfide e nuove emozioni.
Lasciati ispirare da Dryarn®
per vivere le tue avventure quotidiane.